I cibi che ricaricano

 

Sedano

 

Aiuta l’attività del fegato tonificando tutto l’organismo e contiene una sostanza (3-n-butilftalite) che può agire come sedativo allentando le tensioni psicofisiche. Ottimo nelle insalate, nei sughi, mischiato agli stufati di verdure. Oppure sotto dorma di centrifugato, per un aperitivo rinvigorente prima dei pasti principali.

 

Rosmarino

 

Stimola il fegato e favorisce la produzione e l’eliminazione della bile, depurando l’organismo. Si può usare in cucina, nell’acqua del bagno come antistanchezza o come tisana corroborante: un cucchiaio di aghi di rosmarino, un pizzico di radice di liquirizia e fiori di camomilla per 5-8 minuti in una tazza di acqua bollente.

 

Cipolla

 

Antisettica, protegge le vie respiratorie e ricarica le pile dell’organismo per le sue proprietà stimolanti, antianemiche e antibatteriche. Le migliori performance sono garantite dal consumo crudo: una cipollina tritata nelle insalate e, aggiunta a fine cottura, dà una marcia (e un sapore) in più a sughi, minestre, stufati e verdure cotte.

 

Zenzero

 

Per gli ayurvedici è un riequilibrante che, se d’estate rinfresca lo stomaco facilitando la digestione, d’inverno “riscalda” e aiuta a ricaricarsi d’energia. Ha proprietà antinfiammatorie, toniche, antisettiche e stimolanti, da sfruttare aggiungendone sottili fettine non solo al sushi, ma alle zuppe e agli stufati di carne, pesce e verdura.

 

Peperoncino

 

Stimolante e antidolorifico, per le proprietà analgesiche del principio attivo capsicina riscalda e ritempra il corpo, mentre per la ricchezza di vitamina C stimola il sistema immunitario. Si può usare secco, ma la versione più efficace è quella fresca, nelle insalate e persino nelle macedonie di agrumi.

 

Aglio

 

Decantato nei papiri egizi del 1500 a.C. per le sue qualità fortificanti, veniva riservato come “supercibo” agli schiavi che costruivano le piramidi. La scienza moderna ne conferma le capacità stimolanti sul sistema immunitario e il potere antibiotico dovuto al contenuto in allucina (principio attivo antibatterico).

 

I cibi che ricaricanoultima modifica: 2007-06-01T10:15:38+02:00da bracca82
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “I cibi che ricaricano

  1. Anche il cioccolato al peperoncino che non ho ancora assaggiato ma credo che sia una accoppiata vincente e stimolante.

    Buon fine settimana da pulvigiu.

I commenti sono chiusi.