Antinfiammatori omeopatici per infiammazioni a muscoli e tendini degli arti

Gli antinfiammatori omeopatici più indicati:

 

·        Rhus toxicodendron, che agisce bene sul tessuto fibroso, le articolazioni, i tendini, le fasce aponeurotiche (l’estremità di un muscolo dove questo diventa tendine) curando dolori e rigidità. È un rimedio indicato soprattutto quando le gambe e le braccia hanno una rigidità che migliora con il movimento e con il calore secco, cambiando posizione e camminando, mentre peggiora con l’immobilità, il freddo, l’umidità e di notte.

 

·        Rhododendron, indicato in presenza di articolazioni gonfie, dolore reumatico a spalle, braccia, polsi e gambe, specialmente sul lato destro. Viene consigliato se il dolore peggiora con il riposo e prima di un temporale, mentre migliora con il calore, mangiando e se tutti i sintomi riappaiono con il brutto tempo e di notte, verso mattina;

 

·        Phytolacca, che ha un potente effetto sui tessuti fibrosi e ossei, sulle fasce e sulle guaine muscolari. È indicato se ci sono fitte nella spalla destra, i dolori peggiorano al mattino, si ha male nella parte inferiore del corpo; i piedi sono gonfi e si ha una nevralgia alle dita dei piedi.

 

Questi rimedi vanno assunti, al bisogno e secondo il disturbo, alla diluizione 6 CH, 7 CH, 9 CH, 15 CH, nella dose di 3 granuli al giorno, da sciogliere sotto la lingua.

 

 

 

Antinfiammatori omeopatici per infiammazioni a muscoli e tendini degli artiultima modifica: 2007-10-16T11:53:11+00:00da bracca82
Reposta per primo quest’articolo