IL METODO HOFFMAN

Il metodo Hoffman aiuta a costruirsi un futuro diverso dal passato e a cambiare il nostro stile di vita.

Per crescere e maturare un'identità, ogni bambino ha bisogno di due cose: un modello e molto amore. Da piccoli, per procurarsi questo affetto abbiamo adottato i modelli trovati in famiglia, sottomettendoci a essi. Solo riflettendosi in un altro il bambino si sente al sicuro. La storia che segue questa prima, inevitabile consegna di sé è fatta di successive sottomissioni e inutili ribellioni, di sensi di colpa e ripetizioni di errori a catena. I condizionamenti indotti da quello che Hoffman chiama "amore negativo" producono una coazione a ripetere…. Per tutta la vita riproduciamo comportamenti e schemi di pensieri assimilati nell'infanzia, spesso sapendo che sono sbagliati o inadeguati alle circostanze. Anche quando ci ribelliamo al modello, in realtà non lo eliminiamo perché costruire in opposizione a qualcosa non produce alcun vero cambiamento. Anzi, i sensi di colpa ci imprigionano dentro nuove gabbie. Per uscire da questa schiavitù bisogna percorrere a ritroso la nostra storia, stracciando i copioni che hanno condizionato i nostri comportamenti. Il principio che ispira il metodo Hoffman è: tutto quello che è stato preso può essere lasciato. Non esistono ostacoli al miglioramento della nostra vita se non quelli che continuiamo a porci da soli.


Il metodo Hoffman getta un ponte tra il punto di vista della psicoterapia e quello delle tradizioni spirituali. La psicoterapia sostiene che occorre attraversare il dolore dell'infanzia, la tradizione spirituale afferma che bisogna trascendere le emozioni negative e coltivare quelle positive, come amore e perdono. Hoffman ha riunito entrambi gli approcci: prima si affrontano i dolori (reali o immaginari) fino a esaurirne la carica, poi si impara a provare amore dove prima si sentivano emozioni negative. L'obiettivo è sviluppare un sano senso di sé per permetterci di non fare più affidamento su altri, soprattutto su figure parentali o d'autorità.


L'Hoffman Quadrinity Process è un programma residenziale di 8 giorni, condotto da trainer che operano sotto la supervisione di un responsabile terapeutico. Ogni trainer segue 6-8 studenti. Le tecniche utilizzate vanno da quelle della psicologia tradizionale (gestalt, psicodramma, colloqui a orientamento dinamico ecc) a quelle a orientamento umanistico (visualizzazioni, discussioni di gruppo, scrittura, meditazione, analisi transazionale e transpersonale) fino a quelle con indirizzo olistico.


Nel corso del processo, aumentano la determinazione, l'autostima e fiducia in se stessi, la capacità di liberare e controllare le emozioni, entrando in relazione più serenamente e proficuamente con se stessi e gli altri.


È un programma di educazione esperenziale per adulti. Le persone partecipano perché desiderano avvenga un cambiamento positivo nelle esperienze quotidiane. Il metodo Hoffman è ideale per chi vuole cambiare, ma ha già fatto diversi tentativi ritrovandosi punto e daccapo. Consentendo di mutare modi e prospettive di vita, aiuta a raggiungere vecchi e nuovi obiettivi, avvicinando i problemi come stimoli (e non come ostacoli). È utile a chi vuole diventare più abile nella gestione dello stress. A chi si sente emotivamente bloccato o incapace di modificare stati di sofferenza. A chi vuole essere più equilibrato o desidera incontrare la propria spiritualità, e liberarsi da condizionamenti familiari, rapporti di dipendenza e sensazioni di rabbia radicata.


Quadrinity Process

4 step per 4 livelli


L'Hoffman Quadrinity Process si basa sulla quadrinità; prende in considerazione le quattro dimensioni dell'Io:


Intelletto, Emozioni, Corpo e Spirito.


L'obiettivo è restituire a ciascuna di queste componenti il suo valore, per ricostituire un Io integrato.


Si seguono 4 step:


1)         Diventare consapevoli: prendere coscienza dei propri modelli, dei sistemi di pensiero e comportamento ereditati dal passato. Fare emergere i propri veri valori e obiettivi: per cambiare bisogna decidere come vogliamo vivere la nostra vita.


2)         Esprimere i pensieri inespressi: per trasformare i desideri in realtà si abbandonano le zavorre emotive, usando la voce, il corpo, l'immaginazione oppure la scrittura, per esprimere le emozioni.


3)         Perdonare: guarire il passato significa liberarsi di tutti i rimproveri e perdonare. Si cerca di capire perché i nostri genitori hanno assunto dei comportamenti che ci hanno ferito, chiedendoci come sono cresciuti e cosda hanno imparato nella loro famiglia. È importante arrivare alla comprensione emozionale e saper perdonare anche se stessi.


4)         Adottare un nuovo comportamento: trovare il giusto equilibrio tra mente ed emozioni. Porre fine alla battaglia tra sentimenti e pensieri, tra ragione e intuizione, diventando consapevoli del peso che il nostro Io Emozionale e il nostro Io Intellettuale esercitano nelle diverse situazioni quotidiane. Identificare i loro modelli è importante per costruire un nuovo comportamento in sintonia con le nostre esigenze più vere e profonde.


 


Da leggere:


Cambiare si può – Un futuro diverso dal passato con il metodo Hoffman – di Tim Laurence – Tecniche Nuove – pagg. 260 – € 22,90 (incluso cd con esercizi)


Info:


Istituto Hoffman Italia – Via Bramante 39, 20154 Milano – Tel. 0234938382 – info@istitutohoffman.itwww.istitutohoffman.it

IL METODO HOFFMANultima modifica: 2007-03-29T10:50:40+00:00da bracca82
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento