IL METODO FELDENKRAIS

 

Il metodo Feldenkrais consiste in un lavoro sul corpo che mira a una migliore conoscenza di sé prendendo coscienza sia dei movimenti che questo compie sia di ogni singola parte che lo compone. Non è una forma di terapia o riabilitazione, ma molto più di una ginnastica dolce. Si tratta di una tecnica che si rivolge all'uomo nella sua globalità, dallo scheletro ai muscoli, dal sistema nervoso alla psiche. Parte dal presupposto che gli esseri umani hanno un potenziale innato, che si esprime con la capacità di apprendimento, e si propone di fornire gli strumenti di automiglioramento per aumentare la qualità della vita. Vuole rendere più armonico ed efficiente il modo in cui si compiono le attività, sia nel tempo libero sia in ambito professionale. È un metodo che permette uno scambio con il proprio sistema nervoso così da rendere ciascuno più consapevole delle proprie azioni e liberarlo dagli schemi abituali che causano stress e altre patologie.


Due sono gli approcci: la Consapevolezza attraverso il movimento (Cam) e l'Integrazione funzionale (If). Nel primo, che si svolge in gruppo, l'insegnante guida gli allievi a eseguire esercizi facili e confortevoli che insegnano a prestare attenzione a come ci si muove. Si lavora sui movimenti base dell'agire umano: il flettersi, l'estendersi, il ruotare, il camminare ecc. gli allievi imparano a usare le parti del corpo in armonia, in modo che ognuna si metta in relazione con le altre a seconda della funzione motoria che si vuole eseguire. L'Integrazione funzionale si svolge in sedute individuali e prevede che l'esperto interagisca con l'allievo attraverso una comunicazione non verbale. L'insegnante, toccandolo delicatamente, indica a quest'ultimo come muoversi secondo schemi motori più ampi, facendo sciogliere le tensioni e sperimentando nuove sensazioni. Anche se diversi, i due approcci hanno lo stesso scopo: prendere coscienza del proprio corpo nello spazio e intrecciare relazioni meno conflittuali con questo.


Ogni incontro consiste nell'eseguire seduti, sdraiati o in piedi esercizi mai impegnativi, talvolta persino divertenti, riguardanti una funzione corporea precisa ("imparare" correttamente a camminare, a stare seduti, a passare da una posizione all'altra o a strisciare…) e nel prestare attenzione alle parti dello scheletro a questa collegate.


L'esercizio è lo stesso per tutti, ma ognuno si orienta sulle proprie sensazioni per trovare la posizione di ogni singola parte del corpo che gli conviene, fermandosi appena ha l'impressione di forzare e riprendendolo quando si trova più a suo agio. Inutile continuare quando si avvertono tensioni: il movimento deve essere comodo, leggero e piacevole.


Per approfondire la presa di coscienza si usa uno "stratagemma": lavorando su una sola parte del corpo, per esempio la spalla e l'anca destra, l'allievo provoca una differenziazione e la parte del corpo sollecitata appare più lunga e leggera. Egli percepisce diversamente la sua immagine corporea grazie a informazioni sensoriali, che vengono poi rielaborate a livello mentale. Gesto dopo gesto constata che parti del proprio corpo che pensava totalmente separate sono in realtà collegate. Il cervello integra questa informazione e si riprogramma, sapendo adesso che ogni movimento permetterà all'individuo di comportarsi e agire in un modo più funzionale. Avendo scoperto, durante la seduta, nuove modalità di movimento, l'allievo si accorge che il suo corpo è più flessibile, meglio adattabile.


Il metodo Feldenkrais si rivolge a tutti coloro che desiderano conoscere meglio il proprio potenziale psico-corporeo. Offre benefici anche nel campo della rieducazione e aiuta le persone che soffrono di dolori vertebrali, muscolari e cardiopatici (educando la respirazione). Ai corsi vanno anche attori, ballerini, musicisti e cantanti perché lavorano sulle corde vocali, la postura e cercano di migliorare l'armonia dei gesti modificando a volte i loro movimenti abituali.


Non esiste un tariffario stabilito, ma in generale un seduta individuale, con cadenza settimanale di circa un'ora, ha un costo che varia dai 30 ai 70 €. Per quanto riguarda il lavoro di gruppo di un'ora circa, sempre una volta a settimana, dai 5 ai 12 €. Fin dalla prima seduta, se la persona è già ben ricettiva o in qualche modo "educata" perché abituata a prendersi cura del corpo con altre attività motorie, si vedranno i primi risultati. Poi tutto dipende dall'allievo. L'apprendimento di ogni seduta ha effetti cumulativi nel tempo. Imparare a suonare bene lo strumento del corpo nella vita di tutti i giorni è un lavoro di ricerca e perfezionamento continuo.

IL METODO FELDENKRAISultima modifica: 2007-03-29T18:02:04+00:00da bracca82
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento